Simone Allione
scultore

Nato a Vercelli nel 1973, dopo aver intrapreso gli studi musicali presso il Conservatorio Statale di Musica "A.Vivaldi" di Alessandria, ha svolto un'intensa attività in ambito sinfonico/operistico per circa vent'anni, dopo aver viaggiato per il mondo con prestigiose orchestre e aver vissuto in grandi città quali: Porto, Lisbona, Madrid, Parigi e Milano, nel 2005 decide di cambiare radicalmente stile di vita.

Trasferitosi in un piccolo paese della Valle d'Aosta, frequenta per 4 anni i Corsi di Intaglio su legno tenuti da O.Cretaz, durante i quali la passione per la lavorazione artistica del legno si accende in lui e lo travolge, si butta a capofitto nell'intaglio e nel 2006, il primo risultato: 1° premio ad ANTEY-St-ANDRÉ (AO), da qui l’invito a partecipare al biennio presso la Bottega-Scuola di Scultura del M° G.Binel.

Con il M° Binel inizia ad intravedere la possibilità di trasformare la sua passione in un vero e proprio lavoro, continua a partecipare a concorsi ottenendo buoni risultati: nel 2007 8° premio a DONNAS (AO) e 5° premio ad ANTEY-St-ANDRÉ (AO), nel 2008 1° premio a GRESSONEY La-TRINITÉ (AO) e 2° premio ad ANTEY-St-ANDRÉ (AO), nel 2009 2° premio ad ANTEY-St-ANDRÉ (AO).

Nel 2009, apre l'attività come scultore professionista ed inizia, il suo cammino lavorativo. Nello stesso anno le sue opere iniziano ad essere commercializzate nei negozi I.V.A.T. di Aosta, Gressoney-Saint-Jean, Courmayeur, Cogne, Ayas e Cervinia.

Nel 2010 decide di perfezionare la tecnica di modellazione del corpo umano frequentando un breve corso con lo scultore Stefano Arnodo presso la Scuola di Scultura di Perloz (AO).

Nel 2011 vince il "Premio Speciale per la Ricerca" a DONNAS (AO) e successivamente inizia ad insegnare nei Corsi Regionali di Scultura presso le Scuole di Lillianes, Gressoney-Saint-Jean e Perloz.

Dal 2011 al 2016 realizza in coppia con il collega Stefano Arnodo sette opere lignee: "Il risveglio della primavera" (Perloz), "La toulipe" (Lillianes), "Il Beato Paoli" (Artigliano), “Donna con gerla”, “Il musico” e “Bambina sui libri” (Gaby) e “Sant’Anna e Maria” (Gressoney-La-Trinité)

Nel 2013 ha ideato e concretizzato un simposio di scultura nei Comuni di Fontainemore, Introd, Issime, Lillianes, Perloz e Pontboset, evento che da allora, si svolge ogni estate e vede la partecipazione di una decina di scultori per la realizzazione di opere atte all'arredo urbano e dislocate sul territorio formando un museo a cielo aperto. Il tutto con la collaborazione della Presidenza del Consiglio della Regione Valle d'Aosta e dell'Associazione 4Communes.

Nel 2014 ottiene il 4° premio a DONNAS (AO).

Dal 2015 segue i corsi di perfezionamento di scultura e modellazione presso la Scuola di Scultura Artistica di Ortisei (BZ).

A dicembre 2017 presenta la sua collezione "Femminilità" con una Mostra Personale presso la galleria d'arte "Area Contesa Arte" di Roma, nel cuore pulsante dell'arte capitolina, la famosa via Margutta.

Dal 3 al 30 aprile 2018 viene invitato a partecipare con due opere alla Biennale di Arte Contemporanea di Frosinone.

Dal 6 al 19 aprile 2018 espone nella Sala Botero presso la galleria d'arte "Area Contesa Arte" di Roma con tre opere alla mostra collettiva intitolata "I 4 ELEMENTI".

Alcune sue opere sono entrate a far parte di collezioni private italiane, francesi e svizzere, ed una è presente dal 2010 a Mosca, presso il “Музеев Московского Кремля” (Museo del Cremlino Moscovita).